Il cristianesimo originario nell'unitá tra l'uomo, la natura e gli animali

Circa 2000 anni fa, Gesù di Nazareth portò agli uomini gli insegnamenti del Discorso della Montagna con la regola d’oro che dice: “Tutto ciò che volete che gli altri facciano a voi, fatelo voi per primi a loro.”

Il Discorso della Montagna di Gesù contiene regole di vita etiche per vivere insieme nella giustizia e in modo pacifico – sia tra gli uomini sia con la natura e con gli animali.
Il Discorso della Montagna ci insegna l’unità tra l’uomo, la natura e gli animali e si conclude con le parole: “Chi ascolta queste Mie parole e le mette in pratica è come un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia.” Questo insegnamento di Gesù di Nazareth è quindi un’insegnamento che porta all’azione.

 

La Fondazione Gabriele

La Fondazione Gabriele Internazionale, fondata da Gabriele, la profetessa di Dio nella nostra epoca, è l’opera di azione nello Spirito di Gesù, il Cristo, con la quale si concretizzano in modo visibile i Suoi insegnamenti. L’amore per Dio e per il prossimo, che Gesù di Nazareth insegnò a noi uomini e che Egli visse come esempio per noi, include di conseguenza anche la Terra con i suoi animali, le piante, i minerali e l’intera natura. L’amore per Dio nel seguire Gesù di Nazareth comporta anche l’amore per lo Spirito che vivifica ogni cosa, che agisce in tutte le forme di vita, in tutto l’infinito. 
Noi cristiani delle origini crediamo in questo.

Quello in cui crediamo

Siamo seguaci di Gesù di Nazareth.
Crediamo che nel Regno di Dio esistano esseri spirituali.
Crediamo che esistano esseri della natura che accompagnano il principio di vita spirituale in tutte le forme di vita su tutta la Terra.
Crediamo che lo Spirito Universale agisca anche nei quattro elementi.

Dove l’uomo non interviene disturbando l’equilibrio, lo Spirito Universale è al servizio della natura, degli animali e delle piante.
Noi cristiani delle origini crediamo in questo.

Quali seguaci di Gesù di Nazareth nella corrente del cristianesimo originario, noi cristiani delle origini rispettiamo la natura, gli alberi, i cespugli, gli animali e anche i minerali e ce ne prendiamo cura nella misura in cui ci è possibile farlo.

Tutto è vivificato, tutto comunica

Gesù di Nazareth ci ha insegnato: tutto è vivificato, poiché il grande Spirito Universale dell’infinito vive in tutto e in tutti, in ogni pietra, in ogni pianta, in ogni animale e anche nel profondo dell’anima di ogni uomo.
Noi cristiani delle origini crediamo in questo.

Noi cristiani delle origini crediamo anche che la coscienza di ogni animale comunichi con la propria specie e invii l’irradiazione della propria coscienza in tutto il pianeta. Quando gli animali vengono torturati, oltraggiati, maltrattati, inseguiti o addirittura uccisi intenzionalmente, tutti gli animali della stessa specie su tutta la Terra percepiscono queste sofferenze. Lo stesso avviene quando gli animali sperimentano amore, cure e aiuto da parte nostra; in tal caso tutti gli animali della stessa specie su tutta la Terra lo percepiscono con gioia e gratitudine.

Per noi seguaci di Gesù di Nazareth anche ogni fiore, ogni arbusto, ogni albero è una forma di vita che porta in sé la vita dello Spirito Universale. Il livello di coscienza di ogni albero, di ogni pianta, di ogni fiore comunica – come gli animali – con la stessa specie su tutto il pianeta.
Noi cristiani delle origini crediamo in questo.

Noi cristiani delle origini ne abbiamo fatto personalmente l’esperienza e sappiamo quindi che ogni pianta invia dei segnali quando ha sete o quando le viene fatto del male. Tutte le specie di piante comunicano tra loro. Il rispetto per ogni forma di vita è Vita Universale. Così ci è stato insegnato da Gesù di Nazareth, che noi cristiani delle origini seguiamo. Da ciò risulta la Terra della Pace della Fondazione Gabriele Internazionale.

landwirtschaft

L'agricoltura secondo il cristianesimo delle origini

Noi agricoltori cristiani delle origini crediamo nella Vita Universale vivificata.

Quando arriva il momento del raccolto, ci mettiamo davanti ai campi ed entriamo in comunicazione in preghiera con lo Spirito Universale negli animali e negli esseri microscopici che vivono nel terreno. Quando lavoriamo il terreno, non facciamo dei solchi profondi con l’aratro, ma smuoviamo il terreno solo in superficie, affinché l’aria e l’acqua possano penetrare più facilmente e raggiungere la vita presente nel terreno. Non danneggiamo la vita presente nel terreno utilizzando prodotti chimici, né letame né liquame. Quando è il momento del raccolto o della lavorazione dei campi, preghiamo gli esseri viventi che vivono nei campi e sottoterra di ritirarsi, in modo da non essere danneggiati. Allo stesso tempo preghiamo anche gli esseri della natura di guidare e di accompagnare gli animali e gli esseri microscopici.

Questo è il cristianesimo originario nell’unità tra l’uomo, la natura e gli animali.

La Terra della Pace

La Terra della Pace della Fondazione Gabriele Internazionale è l’opera di azione dell’unità.

Abbiamo sperimentato che, se l’uomo si prende cura degli animali e gli animali si sentono al sicuro e non devono patire fame e sete, il loro comportamento cambia. Non hanno più paura e non sono più aggressivi per difendere il loro territorio.

Il mondo dei programmi

Se gli animali cacciano per mangiare carne, noi uomini dovremmo chiederci: da dove hanno assunto questi programmi?
Noi crediamo che i programmi negativi degli uomini si trasmettano agli animali.

Volete deriderci per questo? Chi vuole impedirvelo?

Per quanto riguarda la natura e gli animali, abbiamo fatto le nostre esperienze. Chi segue questo cammino, che lo porta a fare esperienze proprie che sono per lui un arricchimento, non deriderà coloro che aspirano all’unità cosmica, né si prenderà gioco di loro.

Lo Spirito Universale soppesa con la bilancia cosmica e distingue le opere giuste e ingiuste degli uomini.

Egli è il grande Unico Universale.
Egli è la giustizia.